Hobbyefaidate Guida Antiquariato tarli e antitarlo

 

I Tarli

Ospiti indesiderati

Il Sotto il nome generico di tarlo si nascondono diversi tipi di coleotteri, questi insetti depositano le uova nel legno. Le larve che nascono si nutrono di esso e scavano lunghe gallerie. Il ciclo vitale e abbastanza lungo, quando l’insetto sarà formato abbandonerà il legno,  praticando dei fori verso l’esterno. Quindi è poco salubre portare di mobili antichi a casa prima di disinfestarli, il contagio con i nostri mobili sarebbe inevitabile.

L’antitarlo si applica a pennello, su tutte le superfici anche interne senza tralasciare parti. Nei mobili particolarmente infettati fare uso di una siringa ed iniettarlo direttamente nei buchi. A questo punto coprire il mobile interamente con nailon e sigillare i giunti con nastro da imballaggio. Con molta pazienza fate trascorre anche tre settimane, affiche la camera a gas che si è  formata, stermini oltre agli insetti presenti anche quelli che nasceranno. Se per sverniciare il mobile avete usato soda caustica, il trattamento non sarà necessario, la soda  avrà gia risolto il problema. E consigliabile durante  il trattamento, evitare gli estremi di temperatura. I periodi migliori sono la primavera e la tarda estate. Una volta tolto i nailon  lasciare asciugare mobile all’ombra.

La stuccatura

Solo se il mobile ha subito ricostruzioni

O se sono presenti fessure difetti e buchi.

Questa fase di lavorazione, e necessaria  quando il mobile è stato parzialmente ricostruito, oppure ha diverse fessure o dislivelli o buchi.

Innanzitutto passare una mano di gommalacca (vedi capitolo verniciatura)  per mettere in evidenza il colore del legno in modo da dare la giusta tonalità allo stucco. Lo stucco si può preparare con colla di coniglio unita al gesso di Bologna e terre colorate (materiali reperibili nei negozi di belle arti)  la densità dell’impasto va regolata  unendo delle piccole dosi di acqua. Per evitare di lasciare aloni sul legno conviene dare allo stucco una colorazione più scura del legno stesso.

Se lo preferite  potete acquistare stucco pronto in commercio con tutte le essenze del legno.  Applicare lo stucco con apposita spatola, riempire le fessure i buchi e  dove è necessario. Lasciare asciugare un paio d’ore,  eliminare lo stucco superfluo con carta vetrata (100) , non usare levigatrice. Il mobile va carteggiato per intero non solo sulle parti stuccate. Spolverate il mobile, passate un’altra mano di gommalacca per evidenziare i difetti. A questo punto  ripetere l’operazione di stuccatura, così correggeremo eventuali errori inoltre lo stucco quando asciuga perde volume cosi da lasciare avvallamenti,  così da rendere necessaria una seconda mano.  Ripetere la procedura, carteggiare e poi pulire con aspirapolvere in fine passare un panno asciutto.

Ora il mobile e pronto per la finitura. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sommario

Della guida

Sverniciatura

I tarli

Stuccatura

Verniciatura con Mordente

Verniciatura con Gommalacca

Finitura a Cera

 

 

 

 

 

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!