Hobby e Fai da Te Guida Antiquariato Arts Dèco

Guida all’ Antiquariato

Arts Dèco

Secolo  XX

Con la fine della prima guerra mondiale, in tutta Europa, nasce un bisogno di stravaganza e libertinaggio dovuto ai lunghi anni di tensione.

Lo stato di rinuncia vissuto negli anni del conflitto porta ad un bisogno del piacere che accompagnerà la società sconvolgendo le arti la moda ed il gusto.

Questo periodo durerà ben poco, fino al 1933, quando l’ascesa di Hitler al potere, metterà fine ad ogni slancio innovativo.

Lo stile Arts dèco, ha il suo culmine con l’esposizione delle arti decorative a Parigi, nel 1925.

I profeti del nuovo stile sono ignorati dalla borghesia e dagli artisti del momento.

I loro progetti vengono considerati dei prototipi inutili e privi di bellezza. I

Inizialmente lo stile Arti decorative sembra privo di unità, in esso si riflettono varie influenze storiche.

I migliori ebanisti tentano di rivoluzionare il panorama produttivo privo di originalità, alcuni ancora sotto l’influenza dell’art nuveau.

Le decorazioni di mobili ed oggetti, subiscono il mutamento della moda quasi giornalmente, determinando un rapido  cambiamento dei gusti.

Lo stile Arts Dèco è essenzialmente uno stile lussuoso che poco si preoccupa dell’ economicità della produzione.

I materiali in uso per la costruzione dei mobili sono essenzialmente i legni esotici e scuri come l’ebano ed il macassar, ma anche il mogano ed il palissandro. 

E sin dal 1935 l’art Dèco comincia a declinare, il pubblico preferisce beni di stabilità più durevole, come lo stile impero che tornerà di moda fino agli anni 50. 

 

 Gli Stili

Secolo XV e XVI

Il Rinascimento

Secolo XVII

Il Barocco

Secolo XVII

La Reggenza

Il Barocchetto e il Rococo

Il Neoclassico

Il Direttorio

Secolo XIX

L'Impero

L'Ottocento

Secolo XX

Il Novecento, Modern Style

L' Arts Dèco


Informativa sulla privacy
Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!