Giardino

Guida al Giardinaggio

Come Realizzare Un Giardino

La planimetria

Per  progettare un giardino non sempre è necessario rivolgersi ad un esperto, se si inizia ad operare partendo da uno schema già esistente, basta avere una buona sensibilità e fantasia.

Una schema ben concepito vi aiuterà ad evitare spese inutili, e sicuramente ottimizzerà i tempi di realizzazione. Evitate una realizzazione frammentaria ( è un errore comune), la soluzione dovrà essere continua, ricordate che seguire una linea semplice, sicuramente sarà la chiave di un buon successo.

Per iniziare, se non possedete una planimetria del vostro esterno,  dovrete tracciare uno schema di massima, per questo potrete usare qualsiasi programma di cad, oppure potrete limitarvi ai metodi antichi, carta millimetrata, riga e matita. In ogni caso la stesura manuale va sempre fatta. Inoltre annotate per bene tutto, posizione di porte e finestre, confini, vedute buone che vanno esaltate, e vedute cattive che vanno nascoste,  alberi esistenti, differenze di livello, recisioni. Non dimenticate di segnare il punto nord e l’angolo dove il sole batte maggiormente.  Per realizzare la planimetria potrete utilizzare una scala da 1:50 (10mm-50cm) o 1:100 (10mm-100 cm). La fase successiva è la stesura di una lista,  che dovrà comprendere dagli alberi al barbecue, nonché : fontana,  laghetto, rimessa, percorsi, altalene… insomma tutto ciò che desiderate. Un concetto moderno di realizzazione, non può non  tenere in considerazione lo smaltimento dei rifiuti differenziati o eventuali spazi dedicati a future applicazioni per la produzione di energia (p. e. celle fotovoltaiche) In fase di progettazione potrete concepire questi spazi necessari, evitando che diventino zone antiestetiche,  dando una giusta collocazione e mascherandoli con piante rampicanti, muretti in pietra o barriere frangivista.

Un giardino assume una forma gradevole quando è composto da diversi spazi con caratteristiche diverse, separati tra loro da siepi e piante. Meglio evitare sentieri  ininterrotti che esaltano la lunghezza e risultano antiestetici. Se il terreno è in pendenza è comodo creare dei gradini, purché siano ampi e spaziosi. Le aree adiacenti alla casa vanno disposte in forme rettangolari o elaborate, per congiungerle alla linea dell’edificio. Per la pavimentazione dei percorsi optate al massimo per due diversi materiali, evitando contrasti eccessivi.

Le curve ed i cerchi sono sempre gradevoli.  La vegetazione è l’elemento fondamentale di ogni giardino, la sua composizione va curata scegliendo, diverse piante sempreverdi, per conservare un’ aspetto attrattivo, anche durante il periodo invernale. Come regola generale usare colori caldi in prossimità  della casa, armonizzando con cautela colori come il rosa l’azzurro ed il grigio, cercando di ottenere un modello riposante, che aumenti la profondità della visuale del vostro giardino. In conclusione possiamo dire che questa guida o qualsiasi altro testo potranno solamente aprirvi la strada, ma sarete voi ed il vostro gusto a dare un’impronta unica ed originale, per abbellire il vostro esterno.

 


Le Attrezzature

 

Per rendere, piacevole il lavoro di giardinaggio, è bene disporre di una giusta attrezzatura. Questo significa che bisogna scegliere attrezzi che vi faranno evitare la troppa fatica e che offrano resistenza, equilibrio e leggerezza. Una regola fondamentale è  scegliere attrezzi con manico liscio e confortevole.

Attrezzatura da scavo

Vanghe- pereferibile quelle a lama smussata di misura 23x14cm, badare alla parte su cui appoggia il piede, deve essere rovesciata.

Zappe-sono necessarie essenzialmente due misure una a manico lungo di tipo retroescvatrice, ed una di minori dimensionia manico corto.

Forche- preferibili quelle a rebbi larghi e appiattiti

Trapiantatoio-attrezzo necessario per la messa a dimora di bulbi e piantine

Attrezzi per il prato

Coltello da bordura- Ha la lama a mezza luna per garantire un taglio preciso ai bordi del prato

Forbici- sono necessari due tipi, il primo ha le lame ad angolo retto, rispetto all'impugnatura, adatte per potare i bordi del prato; il secondo ha le lame parallele alla superficie del prato,  adatte a potare dove  la falciatrice non può arrivare. entrambe hanno l'impugnatura lunga.

Rastrelli da prato- hanno una forma di ventaglio e sono muniti di rebbi leggeri in plastica o bambù, sono utilissimi per la pulizia del prato.

Attrezzatura per la potatura e la rifinitura

Cesoie- dette anche forbici da giardino. I sono due tipi di cesoie: la prima è a lame ricurve; e la seconda è a lame dritte.  Entrambe sono utili ad eseguire svariati lavori di potatura; importante è che siano ben affilate e molto lunghe.

Roncole e Falci-esistono diversi tipi e misure, sccegliere sempre in base alla necessità e capacità.

Equipaggiamento e macchinari

Carriole- ottime quelle in acciaio galvanizzato ad unica ruota.

Falciatrici- il mercato offre una svariata gamma di falciatrici e tosa erba a motore, l'acquisto dipende dalle dimensioni del giardino e la frequenza di utilizzo. Chiarament per un'uso sporadico scegliere un tipo economico per hobbista, il discrso cambia se se ne fa un uso intenso, il tipo economico avrebbe poca durata ne tempo.

Taglia erba con corde in nylon- funzionano generalmente con motore a benzina, sono munite di due corde gemelle, che girano ad alta velocità per tagliare eba co modesta precisione, in particolari posti on raggiungibili dalle falciatrici.

Spuzzatori- oltre all'indispensabile spruzzatore a mano azionabile a pistola, può essere necessario uno spruzzatore pneumatico, che abbia una capacità di almeno 8-10 litri, per controllare infestazioni su zone ampie.

 


 Il Terreno

 

Sarebbe una vera fortuna possedere il terreno ideale, ma è confortante sapere che con cura ed accorgimenti, possiamo migliorare terreni di ogni natura.

Una buona coltivazione con l'aiuto di concimi e fertilizzanti adeguati, trasformeranno un terreno povero in uno coltivabile.

I terreni di natura sabbiosa, in superfice sono facili da lavorare, ma sotto nascondono parecchie insidie. Inoltre non hanno una buona ritenzione idrica. La soluzione opportuna e incorporare quanto più possibile materiale organico e annaffiare generosamente.

I terreni argillosi, agiscono al contrario di quelli sabbiosi, hanno una buona coltivabilità, ed è necessario un disossamento intenso per assicurare un buon drenaggio. Per migliorare la struttura del terreno bisogna incorporare dell'humus.

 

Concimi e fertilizzanti

La terra presente nel nostro giardino va trattata come un complesso mondo biologico, per molti è una semplice ancora per le piante, ma se si vogliono ottenere dei risultati notevoli quest'ultima considerazione deve essere evitata.

E' fondamentale mantenere il giusto equilibrio del terreno in modo che esso possa nutrire le piante assicurando loro una crescita regolare.

In questo capitolo ci limiteremo a dare una descrizione sommaria dei concimi e fertilizzanti che facilmente si possono trovare in commercio, di seguito riportiamo solo dei cenni a titolo informativo sulle caratteristiche tecniche sulla  natura biologica dei terreni, in quanto riteniamo che queste sono argomentazioni che è meglio lasciare agli agronomi.

 

 

 

 


 

ARGOMENTI DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE


  • Il terreno
  • I Parassiti
  • Le Erbacce
  • I Semi
  • Il Prato
  • Le Piante
  • Gli Arbusti
  • I Roseti

 

Informativa sulla privacy
Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!